martedì 17 febbraio 2015

Rilettura: Orgoglio e pregiudizio - Jane Austen

A quasi due anni esatti di distanza ho riletto Orgoglio e pregiudizio: la mia opinione è rimasta la stessa, un grande romanzo! 
Ho rinnovato il piacere già provato con le letture precedenti e, anzi, conoscendo già la storia e non avendo fretta di scoprire come sarebbero andati a combinarsi tutti i personaggi e i dettagli, me lo sono goduto anche di più. In questa rilettura ho prestato più attenzione al linguaggio, ai giri di frase e alla struttura del testo e ho notato alcune caratteristiche che prima mi erano sfuggite.
Jane Austen usa molto, e in modo assolutamente brillante, il dialogo, ma mi sono chiesta come mai in un momento cruciale come quello della seconda proposta di matrimonio di Darcy ad Elizabeth ci rinunci a favore di una descrizione. Temeva di cadere nel sentimentatlismo? Non vedo altri motivi.
Nel gruppo di discussione su Librarything qualcuno suggerisce che quello non è un momento altamente drammatico perché il lettore sa già come risponderà Lizzy, e la Austen usa il dialogo soprattutto in questi momenti. Ma francamente non mi convince questa risposta.
In genere ho notato che sul finire gli eventi precipitano, tutti gli indizi disseminati nel romanzo si sciolgono rapidamente, tutto si affretta e trecentottanta pagine di conflitti e malintesi si risolvono in una ventina di pagine con due proposte di matrimonio e buona pace di tutti, o quasi.
L'altra perplessita riguarda i miei due personaggi preferiti: Elizabeth e Mr Bennet.
Elizabeth dovrebbe essere la sorella anticonformista, quella più spregiudicata e sprezzante delle convenzioni, lo spirito libero e ribelle. Ma sul finire non ricade anche lei nello stereotipo?
Mr Bennet che mi fa sempre sorridere, non è in definitiva un perdente? Non che lui abbia ambizioni particolari, ma, non risulta una figura debole, che si tira indietro di fronte alle responsabilità e delega il più possibile?
Comunque, lungi da me l'intento di muovere una critica alla mia amata Jane!... ma se proprio dovessi dire qualcosa, ecco... l'ho detta. 


Nessun commento:

Posta un commento

e tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...