mercoledì 10 dicembre 2014

Ragione e sentimento - Jane Austen

"Aveva cuore eccellente, indole affettuosa e sentimenti vivi e profondi, ma sapeva dominarli: scienza che sua madre non aveva ancora imparato e che una delle sue sorelle aveva deciso di non imparare mai."

Eccoci qui presentate Elionor, Marianne e la signora Dashwood, loro madre.
Il canovaccio è sempre il solito di Jane Austen: una famiglia con diverse figlie da maritare nella campagna inglese, due caratteri contrapposti, una sorella impulsiva e una super razionale, due uomini che sono uno il contrario dell'altro, il bello, brillante e rubacuori, e il posato, intellettuale e discreto, una madre premurosa, un paio di rivali acide e intriganti, una sconvenientissima anziana signora dal cuore d'oro, una coppia di parenti avidi, un colonnello innamorato e sfortunato. 
Ma se il canovaccio è sempre il solito le modulazioni sono molteplici e qui viene fuori la bellezza e la bravura della Austen che ci tiene incollati alle pagine raccontandoci piccoli pettegolezzi e grandi verità universali. I grandi classici dell'amore, dell'onestà, della probità... e potrei continuare su questa scia, sotto la sua penna assumono sempre nuove forme, sfumature delicate, guizzi d'ironia illuminano il quadro che ben lungi dall'essere statico è in continua, seppur lenta, trasformazione.
Quando leggo Jane Austen ho sempre l'impressione di essere nata nell'epoca sbagliata tanto ci sto bene in questi tempi dilatati, sospesi tra un thé e un ballo, tra un libro da leggere e un dipinto o un ricamo da abbozzare. E sicuramente anche la mia figura sarebbe più valorizzata dagli abiti dell'epoca piuttosto che da quelli moderni. Va be', mi rimane sempre il carnevale e i sogni, ovviamente.
Trovo sempre difficile parlare o scrivere di questi grandi classici, temo sempre di dire delle banalità, di ripetere cose già dette e per di più con la Austen faccio fatica a mettere a fuoco cosa esattamente  mi piace, diciamo che semplicemente ne subisco il fascino.
Sono appena tornata da un fine settimana a Londra, per il prossimo viaggio in Inghilterra prevedo una tappa nello Hampshire, a respirare la sua aria.

Jane Austen, Ragione e Sentimento, Rizzoli, Milano 1996.

Nessun commento:

Posta un commento

e tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...