venerdì 9 maggio 2014

Ecco la storia - Daniel Pennac

Ho sospeso la lettura della saga dei Malaussène per leggere questo strano romanzo, caldeggiato da un amico.
Per dirla con l'autore "Sarebbe la storia di un dittatore agorafobico. Poco importa il paese. Basta immaginare una di quelle repubbliche delle banane con il sottosuolo abbastanza ricco perché si desideri prendervi il potere e abbastanza aride in superficie per essere fertili di rivoluzioni".
Così Manuel Pereira da Ponte Martins, diventato agorafobico in seguito a una predizione che lo voleva morto massacrato da una folla, si fa sostituire da un sosia e lascia il Paese per l'Europa.
Tra un misto di realtà e finzione l'autore racconta la storia di questo sosia e degli altri che gli succederanno, seguendo i grandi eventi della storia mondiale con un riferimento cinematografico importante.
Ho trovato la lettura di questo romanzo molto faticosa e la sua struttura cervellotica. In definitiva non mi è piaciuto e non ho riconosciuto il Pennac che ho letto finora. Troppo lontano dalla fluidità e dalla leggerezza - in senso calviniano - dei romanzi di Malussène e della limpidezza dei saggi dell'autore.
Dovrei approfondire, ma di primo acchito, direi che si è trattato di un esperimento dell'autore. A mio parere poco riuscito.
 
Daniel Pennac, Ecco la storia, Feltrinelli, Milano 2003.

1 commento:

  1. da "caldeggiatore" mi spiace che non ti sia piaciuto. Io ho trovato geniale l'idea dei sosia. Quasi come un Marquez. Beh sarà per il prossimo libro...

    RispondiElimina

e tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...