martedì 21 agosto 2012

La fatica delle vacanze

Sono stati giorni intensi e, a dirla tutta, faticosi. Tra il caldo torrido, due bambini irrequiti intorno e uno in gestazione nella pancia, mi sono trovata spesso in difficoltà. La nausea non ha aiutato e un incidente del figlio maggiore è arrivato a complicare le cose: avete mai provato a tenere fermo per tre settimane un bambino di 4 anni, dovendo gestirne un'altra di due che inizia a trovare molto divertente fare dispetti a suo fratello e portargli via i giochi? Be', non ve lo auguro!
Abbiamo passato in rassegna tutte le attività statiche proponibili a un bambino: costruzioni, puzzle, didò, pasta di sale, playmais, disegni, pitture, acquarelli, adesivi, giochi da tavolo, cartoni animati e letture, ovviamente. Ma l'impulso di correre e saltare è insopprimibile in un bambino!
Inutile dire che i miei libri giacciono intonsi sul mio comodino... ora ci siamo arresi alla calura e alla stanchezza e abbiamo accettato di partire per una settimana in montagna in compagnia dei nonni, confidando che siano un aiuto e non un'ulteriore fonte di stress.
Cercheremo di goderci gli ultimi giorni di vacanza e prepararci alla riapertura degli asili, a cui guardo - e lo dico con una punta di vergogna, ma in tutta sincerità -  come a un'ancora di salvezza.

P.S. Questo è un post atipico nel mio blog, ma volevo spiegare il mio prolungato silenzio, Spero di poter tornare alla normalità al più presto.

3 commenti:

  1. Come non capirti? Altro che vacanze!

    Un baciotto

    RispondiElimina
  2. Spero che ti sia riposata e che il tuo piccolo stia bene, ora. E per il prossimo arrivo: che felicità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per fortuna tutto risolto. e ora, con l'arrivo del fresco, mi godo anche la nuova gravidanza.

      Elimina

e tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...