martedì 17 aprile 2012

Ibs vs librerie

Ieri era una giornata grigia e piovosa, ero seduta sul divano a leggere e scribacchiare quando è suonato il citofono: consegna corriere. 
Da qualche mese ho incominciato a usare ibs per ordinare i miei libri, e mentre me ne tornavo a casa con il mio pacchettino sottobraccio, dopo averlo ritirato al cancello, pensavo che è stata proprio una grande idea. In quella giornata umida e un po' malinconica, è stato come ricevere un regalo inaspettato e, anche se l'ordine l'avevo fatto io e sapevo perfettamente cosa c'era nella scatola, è stato con una piccola emozione che l'ho aperta e ne ho tirato fuori quattro volumi, belli, perfetti, che ora sono qui accanto a me in una pila ordinata in attesa di lettura, catalogazione e collocazione (e questo mi ricorda che mi servono nuovi scaffali per i miei libri).
Scegliere i libri on-line e vederseli recapitare a casa è una grande comodità. Non ti devi muovere in auto o in metrò, e, considerando i continui aumenti di benzina e biglietti, è anche un risparmio economico, oltre che di tempo; gli acquisti, almeno per quanto mi riguarda, sono più ragionati e più mirati. Grazie alle ricerche nel catalogo informatico trovi facilmente libri altrimenti difficilmente reperibili nei consueti circuiti e spesso vengono offerti incentivi o sconti maggiori di quelli che trovi in libreria.
Io ho creato una lunghissima "lista dei desideri" che rimpolpo continamente e che ordino per priorità - che cambiano in base agli umori - e che vorrei diffondere tra parenti e amici in vista del prossimo compleanno. Mi sono fissata un budget mensile, che faccio molta fatica a rispettare, e a volte semplicemente gironzolo nel sito guardando quello che mi piacerebbe leggere.
Ed è proprio questo gironzolare che mi fa sentire la mancanza delle librerie, come luoghi di ricerca, riconoscimento e sorpresa. Vagare tra gli scaffali di libri è un piacere a cui penso di non saper rinunciare: mi piace vederli, i libri, sfogliarli, leggiucchiarli, odorarli. Se da una parte sento l'esigenza di acquisti razionali, dall'altro amo l'acquisto d'impulso e la lettura avida, nel viaggio di ritorno in metrò, o seduta al tavolino di un bar con davanti una tazza di the e una cara amica con cui sfogliare gli acquisti recenti.
E quindi, se oggi la mia cervicale ringrazia di essere stata dispensata dall'umidità, il mio cuore rimpiange la passeggiata per la città sotto l'ombrello, di libreria in libreria.
Il meteo prevede pioggia fino al 25 aprile: ho tempo per rifarmi.

1 commento:

  1. Ti capisco benissimo!
    Ho sempre poco tempo per andare in libreria, ultimamente. Quindi anch'io uso IBS, e anche per me veder arrivare un pacchettino e aprirlo è una soddisfazione incredibile!

    RispondiElimina

e tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...