venerdì 13 aprile 2012

Ciascuno di noi ha la sua Austen privata. Mi racconti la tua?

Sei romanzi, sei partecipanti, sei incontri per il Jane Austen Book Club di Karen Joy Fowler.
Sylvia è appena stata lasciata dal marito dopo trentadue anni di matrimonio e la sua amica storica, Jocelyn, le propone di fondare il gruppo di lettura di Jane Austen perché, come dice Kipling, " non c'è niente di meglio di Jane quando sei nei pasticci".
Cinque amiche e uno scapolo quarantenne si riuniscono per rileggere insieme e discutere l'opera completa di Jane Austen. Le trame dei romanzi e le riflessioni si intrecciano alla vita e alle storie dei partecipanti, mescolando realtà e finzione.
Sembra che ognuno abbia letto Jane a modo suo e solo su un punto tutti si trovano d'accordo: la sua grandezza e unicità.
A bilanciare l'ammirazione incondizionata per l'autrice, K.J. Fowler alla fine del romanzo riporta in una sorta di appendice brani di recensioni o commenti all'opera austeniana, non sempre positivi. Tra i pareri negativi, riporto il più spietato:

"Ogni volta che leggo Orgoglio e pregiudizio mi viene voglia di dissotterrarla e picchiare il teschio con la sua stessa tibia." Mark Twain

Ora, lo dico sottovoce per paura di Twain, ma a me è venuta voglia di rileggerla. Chi la legge con me?

P.S. Molto simpatica e stuzzicante l'idea della Fowler delle domande conclusive rivolte dai membri del club ai lettori.

2 commenti:

  1. I enjoyed this book, but this is one book where I liked the movie better than the book. The conversation and relationships between the women worked better in the movie.

    RispondiElimina
  2. I didn't know that there was a movie from this book; I will look for it. Thank you for the advice... and sorry for my English...

    RispondiElimina

e tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...